Traccia corrente

Titolo

Artista


Taylor Swift trionfa agli MTV Video Music Awards

Scritto da il 29 Agosto 2022

Taylor Swift è stata la grande vincitrice degli MTV Video Music Awards 2022.

Al Prudential Center di Newark, la reginetta del pop si è aggiudicata il premio di Video of the Year per ‘All Too Well (Taylor’s Version)’, clip da 10 minuti da lei personalmente diretta.

La cantante ha conquistato in totale tre premi, incluso il Best Long Form Video e Best Direction, sempre per lo stesso cortometraggio.

Taylor è la prima artista ad aggiudicarsi il Video of the Year per tre volte, dopo ‘Bad Blood’ e ‘You Need to Calm Down’. Ora la 32enne può contare in bacheca ben 14 VMA’s, dietro star come Beyoncé, Madonna, e Lady Gaga.

Gloria anche per Jack Harlow, quattro premi, Lil Nas X e Harry Styles, con tre statuette a testa. L’ex One Direction ha conquistato il titolo di Album of the Year, Best Pop e Best Cinematography per ‘As it Was’.

Premiati anche i Maneskin con il Best Alternative Video per la loro ‘I Wanna Be Your Slave’.

Nick Minaj è stata insignita del Michael Jackson Video Vanguard Award, mentre ai Red Hot Chili Peppers è stato consegnato il titolo di Global Icon Award.

Ecco tutti i premi:

Video of the Year: Taylor Swift – All Too Well: The Short Film

Song of the Year: Billie Eilish – Happier Than Ever

Album of the Year: Harry Styles – Harry’s House

Artist of the Year: Bad Bunny

Group of the Year: BTS

Best New Artist: Dove Cameron

Best Collaboration: Lil Nas X and Jack Harlow – Industry Baby

Best Pop: Harry Styles – As It Was

Best Hip Hop: Nicki Minaj (featuring Lil Baby) – Do We Have a Problem?

Best R&B: The Weeknd – Out of Time

Best K-Pop: Lisa – Lalisa

Best Latin: Anitta – Envolver

Best Rock: Red Hot Chili Peppers – Black Summer

Best Alternative: Maneskin – I Wanna Be Your Slave

Video for Good: Lizzo – About Damn Time

Best Longform Video: Taylor Swift – All Too Well: The Short Film

Best Direction: Taylor Swift – All Too Well: The Short Film

Best Cinematography: Harry Styles – As It Was

L’articolo originale lo trovi cliccando qui


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *