Traccia corrente

Titolo

Artista


invisible touch – genesis

Scritto da il 7 Aprile 2022

Invisible Touch è il tredicesimo album in studio del gruppo musicale britannico Genesis, pubblicato il 6 giugno 1986 dalla Atlantic Records e dalla Charisma Records.

L’album divenne rapidamente il maggior successo commerciale del gruppo, vendendo oltre 15 milioni di copie in tutto il mondo. Produsse inoltre cinque singoli di successo negli Stati Uniti, tutti arrivati nei primi 5 posti della classifica; la title track in particolare fu l’unico singolo nella carriera dei Genesis a raggiungere il primo posto oltreoceano.

Invisible Touch è stato registrato dopo un periodo di pausa per i Genesis, durante il quale Mike Rutherford formò il gruppo Mike + The Mechanics, Tony Banks lavorò all’album Soundtracks, e Phil Collins pubblicò il terzo disco da solista No Jacket Required, che ottenne enorme successo e incrementò notevolmente la sua popolarità in tutto il mondo. Nonostante alcune voci che volevano il gruppo prossimo allo scioglimento, i tre membri si ritrovarono nel loro studio personale nel Surrey per lavorare al nuovo album dei Genesis.

Secondo quanto affermato dagli autori, il gruppo si ritrovò in studio senza avere alcun materiale scritto specifico, lasciando libero spazio alla creatività e all’improvvisazione per comporre i nuovi brani.

L’album è la definitiva consacrazione pop del gruppo, che si lascia trascinare nelle sonorità elettroniche tipiche degli anni ottanta. Nonostante le critiche dei fan storici, che considerano l’album un mero progetto commerciale, è proprio questa caratteristica ad ampliare il ragguardevole seguito dei Genesis e trasformare Invisible Touch in un successo planetario. Benché singoli come Invisible Touch e Land of Confusion siano di netto sapore pop ed appetibili già dal primo ascolto, l’album non fa mancare alcuni spiragli di progressive come la parte centrale di Tonight, Tonight, Tonight dove le tastiere tornano a spadroneggiare, oppure Domino altro brano la cui lunghezza (ben dieci minuti) non si sposa affatto con le leggi restrittive delle emittenti radio, e ancora la strumentale The Brazilian.

L’album ha raggiunto la posizione n. 1 delle classifiche nel Regno Unito, in Canada e Nuova Zelanda, la n. 2 in Germania e nei Paesi Bassi, la n. 4 negli Stati Uniti, in Norvegia e in Svizzera, la n. 5 in Austria, la n. 6 in Italia e la n. 8 in Francia. Molto successo ebbero anche i cinque singoli estratti dall’album: Invisible Touch (prima posizione nella Billboard Hot 100), In Too Deep, Tonight, Tonight, Tonight (terza posizione), Land of Confusion e Throwing It All Away (quinta posizione).

I Genesis divennero il primo gruppo britannico ad aver piazzato con uno stesso album cinque singoli nella top 5 degli Stati Uniti, eguagliando inoltre un record precedentemente detenuto solo da Michael Jackson, Janet Jackson e Madonna. Nel giugno 1987 divennero inoltre la prima band nella storia della musica a restare per un anno intero nella Billboard Hot 100.

All’album seguì l’Invisible Touch Tour che ebbe il suo apice nel luglio 1987 al Wembley Stadium dove, in quattro serate, i Genesis totalizzarono 288.000 spettatori.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *